Iuliana Mirza

Naturopatia e benessere olistico


Lascia un commento

Inaugurare in benessere la stagione del sole(1)

In estate tutti aspiriamo ad avere una bella abbronzatura.
Indubbiamente l’esposizione al sole ha degli effetti benefici sull’organismo, per esempio stimola la produzione di vitamina D, importante per fissare il calcio nelle ossa, ma che svolge un ruolo preventivo anche nei confronti di tumori e malattie infettive, poiché condiziona le difese immunitarie e previene la resistenza all’insulina, fattore favorente sovrappeso e obesità. La luce naturale del sole stimola anche altri ormoni come la produzione di serotonina ed endorfine,che concorrono al benessere fisico e psichico, regalandoci un piacevole senso di benessere e buonumore.
A prendere il sole si devono seguire però, determinate regole, altrimenti si rischia di subire dei danni, anziché avere dei vantaggi.inaugurare l'estate
Se infatti ci esponiamo molto al sole per abbronzarci la naturale conseguenza è che il nostro organismo tenderà ad asciugarsi ed i tessuti a perdere elasticità. A lungo andare, il deficit idrico potrebbe comportare una ridotta elasticità dei tessuti stessi e, di conseguenza, patologie infiammatorie del sistema osteo-articolare(artriti e lombo sciatalgie) cosi come disturbi legati a un deficit immunitario.

Tre azioni da iniziare con largo anticipo sull’estate: idratare, nutrire, tonificare.
Prima dell’abbronzatura, è indispensabile preparare la pelle a ricevere i raggi del sole. La loro azione infatti riduce il film idrolipidico che protegge naturalmente la pelle, privandola cosi dell’acqua(e seccando l’epidermide) e delle sostanze grasse che la mantengono turgida, luminosa. Lo stress ossidativo aumenta e accelera la degradazione del collagene e dell’elastina, la compattezza si riduce, accelerando l’invecchiamento delle cellule tra cui quelle della cute. Non è sufficiente allora, usare creme protettive e doposole, occorre che la pelle sia profondamente nutrita e idratata nel mese precedente, per evitare la comparsa di rughe.
La pelle ha bisogno di azioni diverse durante il giorno e la notte. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

Come preparare a casa un buon bagno aromatico con le erbe per …

Molto spesso, parlando di rimedi naturali si dà per scontato che si debbano utilizzare per bocca, sotto forma di capsule, gocce o sciroppo.
Sicuramente meno noto ma di tradizione antichissima è l’uso delle piante officinali in aggiunta all’acqua del bagno.
La fitobalneologia è infatti una branca della medicina naturale che consente di usufruire delle proprietà curative di molte piante in modo semplice e gradevole, aggiungendole all’acqua, sotto forma di erbe sminuzzate finemente o infusi di erbe o di oli essenziali. La pelle e l’apparato respiratorio diventano cosi vie d’accesso dei principi attivi naturali.balneoterapia
Ecco qualche indicazione per preparare a casa propria un bagno speciale:

Contrastare la stanchezza e lo stress(ideale la mattina, sconsigliato alla sera)
Le erbe: preparare un infuso da versare nell’acqua del bagno con una manciata di foglie di rosmarino in mezzo litro d’acqua.
Gli oli essenziali: 4 gocce di rosmarino + 4 di lavanda + 4 di cardamomo.

Favorire il relax e il sonno
Le erbe: preparare un infuso con 100 grami di radice di valeriana in 1 litro d’acqua bollente. Dopo 15 minuti filtrare e versare nell’acqua del bagno.
Gli oli essenziali: 4 gocce di arancio + 4 di melissa + 4 di geranio. Continua a leggere