Iuliana Mirza

Naturopatia e benessere olistico


Lascia un commento

Inaugurare in benessere la stagione del sole(2)

Luglio è il mese dominato dall’elemento Fuoco, in questo mese anche cuore e circolazione, i nostri organi del ritmo, potrebbero andare incontro a disequilibri e sbalzi pressori che indeboliscono tutto l’organismo. Stare troppo al sole può indurre una vasodilatazione improvvisa delle arterie periferiche che conduce a ipotensione arteriosa. Per non intasare di tossine il sistema cardiocircolatorio, è indispensabile prima di tutto ridurre o eliminare totalmente dalla dieta zucchero bianco, sale e vari merendine(croissant), primi responsabili dell’inquinamento del sangue e della formazione di colesterolo e trigliceridi. Per chi mangia la carne, anche il “classico” abbinamento tra prosciutto e melone in realtà non è per nulla leggero: il mix tra frutta e proteine è infatti di difficile digeribilità, meglio sposare il melone alle verdure.rimedi naturali estate
Ora che il caldo comincia a farsi sentire, i cibi sottoposti a lunghe ed elaborate cotture non sono l’ideale. Abituiamoci a consumare più verdure crude, la grande varietà ci consente di cambiare ogni giorno sapore e di soddisfare il palato conciliando linea e salute. Si alla lattuga ricca di acqua, ma anche al pomodoro, al sedano, ai cetrioli, ai ravanelli, al tarassaco, verdure dall’alto valore depurativo.
Consumare ogni giorno mezzo melone o anche un piccolo melone intero aiuta a proteggere il sistema cardiocircolatorio perché questo frutto contiene l’adenosina, una sostanza che aiuta a mantenere fluido il sangue ed evita la formazione di coaguli. Non è invece indicato per i diabetici e per chi soffre di gastrite.
Se ti piace, puoi accostare alla verdura anche la frutta, ottima l’accoppiata di spinacini novelli e pere, arricchita con qualche gheriglio di noce e scaglie di pecorino diventa piatto unico. Ottimi nell’insalata sono anche il pompelmo cosi come il melone, l’avocado e l’ananas fresco. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

Combatti la depressione

Hai il morale sotto i tacchi, e non sai nemmeno perché?
Non preoccuparti, può capitare a tutte, anche senza un motivo preciso. oli essenziali 1
Per superare gli “attacchi” di malinconia, viene nel tuo aiuto l’essenza di pino silvestre. Il suo forte profumo balsamico, infatti, è nemico dello stress, della tensione nervosa e della depressione. Come fare: diluisci due gocce di olio essenziale di pino silvestre e due gocce di rosmarino in un cucchiaio di olio di mandorla (o un’altra base). Friziona con energia la zona lombosacrale (la parte bassa della schiena): grazie all’azione delle essenze, stimoli le ghiandole surrenali, che producono gli ormoni antistress.


Lascia un commento

Le essenze da indossare

Si respirano, si assorbono, si mangiano e si bevono … ma non solo. Gli aromi si indossano anche come se fossero dei gioielli. essenze da indossareInfatti il profumo che ti spruzzi ogni mattina può influenzare le tue emozioni, perché l’odore che ti lascia sulla pelle ha lo stesso effetto di un’essenza. E lo respiri tutto il giorno. E’ importante, quindi, scegliere, tra tutti i profumi che trovi in commercio, l’odore più adatto a ogni momento della giornata: la mattina preferisci un aroma tonificante(agrumato), che ti da la carica e ti liberi dagli ultimi strascichi di sonno. Poi, quando sei tesa,e cerchi un aroma rilassante, spruzzati sui polsi e sulla nuca un profumo a base di arancio amaro o di camomilla e ti aiuterà a ritrovare la calma. Hai bisogno di concentrazione e memoria? Chiedi un prodotto al bergamotto, alla melissa o alla verbena. Per la sera vuoi vestirti di un aroma sensuale e seduttivo? Scegli un profumo a base di spezie orientali, come il patchouli, la cannella o il vetiver. Oppure un profumo muschiato che, oltre ad avere un effetto afrodisiaco, è anche equilibrante.


Lascia un commento

Ayurveda, la scienza che mantiene mente e corpo in armonia

L’Ayurveda è un sistema olistico completo di guarigione sacra, che risale a migliaia di anni fa. Attualmente metodo dominante di cura in India, da qualche decennio la sua pratica e la sua filosofia hanno iniziato a diffondersi anche in Occidente.ayurveda
Il termine Ayurveda è composto da due parole: Ayur che significa “vita” e Veda che significa “scienza” o “conoscenza”. Quindi Ayurveda significa “scienza della vita” o, in senso più ampio, l’arte del vivere. L’Ayurveda è forse la più antica medicina esistente, con profonde radici nella India, tramandata dal maestro al discepolo attraverso i secoli. Molte altre medicine orientali, per esempio l’antica Medicina Cinese, hanno le origini nell’Ayurveda, la quale ha impiegato molto tempo ad arrivare in occidente a causa delle barriere linguistiche e della mancanza di ricercatori in questo campo.
Anziché enfatizzare la malattia o la cura, il principio basilare dell’Ayurveda è quello di mantenere le persone in buona salute già in partenza. E’ un sistema completo olistico di medicina che come altre discipline, complementari, si occupa dell’intera persona, degli aspetti fisici e spirituali, della situazione unica di ogni singolo individuo, dell’ambiente, dello stile di vita e quindi della società nel suo insieme. L’Ayurveda evidenzia la medicina preventiva e insegna terapie curative e metodi di ringiovanimento.
La filosofia Ayurvedica è basata su complesse interrelazioni che delineano un modo completo di vita.
Tre forze basilari, identificate con il sole, la luna e il vento, sono presenti in ogni cosa, mentre ognuno dei cinque sensi corrisponde a un elemento. Lo spirito, l’ego e l’intelletto sono le forze di controllo interne e qualsiasi squilibrio fra queste forze può portare alla malattia. Esistono tre forze basilari(tridoshas) anche negli esseri umani cosi come in ogni cosa dell’universo. Continua a leggere